Subscribe:

domenica 6 maggio 2018

Recensione: Protocollo Genesys di Mauro Barbarito [Rating 6,5]


ebook thriller
Link Download gratuito Amazon

Scaricalo gratis da La bancarella di scrittorindipendenti

TITOLO: Protocollo Genesys

AUTORE: Mauro Barbarito

PREZZO: cartaceo 8,73, ebook FREE

PAGINE: 140

GENERE: Thriller

RATING: 6,5

SINOSSI: Un ingegnere insoddisfatto della sua vita, un colosso dell'industria aerospaziale e una misteriosa organizzazione sovranazionale, legati da un'arma potenzialmente devastante. L'unica certezza è che nulla è come sembra. 

RECENSIONE: Romanzo breve in lista oggi, il thriller di Mauro Barbarito, Protocollo Genesys. 
Una storia lineare, ben scritta che si legge tutta d’un fiato. L’autore non mostra incertezza alcuna, evidenziando la sua indubbia preparazione tecnica, calandoci in modo del tutto realistico nell’ambito di ambienti di ricerca e sviluppo industriali. 
I protagonisti sono una coppia di colleghi, professionisti inviati in varie società nella veste di consulenti informatici. 
Per chi ha esperienze lavorative similari sarà piacevole ritrovarsi nei quotidiani rituali di chi passa intere giornate al pc e che il Barbarito ci racconta con un pizzico di ironia e abilità. La vicenda andrà avanti per una buona metà del testo su questa falsariga, lasciandoci perplessi sulla sua classificazione fra i thriller, fino al punto di svolta, quando uno dei due protagonisti si renderà conto di essere al centro di un groviglio di spionaggio industriale. 
Aggiungo che i dialoghi e la caratterizzazione dei personaggi sono indubbiamente ben fatti. Soprattutto i dialoghi sono piacevoli, risultando sempre naturali e mai forzati.
Fin qui tutto bene, ma allora perché il rating dell’opera non supera una sufficienza, anche se abbondante?
Perché il testo, parere personale ovviamente, manca di coraggio e mordente. 
Il romanzo, come detto, è scritto bene e privo di refusi, la storia è credibile, quindi mi pare di poter dire che la parte oggettiva dell’opera non presenti problemi, andando però sull’aspetto più personale, devo ammettere che mi sarei atteso qualcosa di più “movimentato”. 
Lo sconvolgimento causato dalla scoperta di essersi ritrovato in eventi anomali, mi pare impatti in modo piuttosto blando sul protagonista e questo si riverbera sulle sensazioni del lettore, che non si trova mai a palpitare realmente per le sorti di Max. 
Essendo un romanzo autopubblicato, quindi non soggetto a restrizioni di sorta imposte da case editrici, mi sarei atteso un maggior coraggio per offrire qualcosa di più originale e impattante, anche perché le doti a questo autore non mancano di certo.
Sottolineo che il romanzo ci viene offerto dall’autore in download gratuito, quindi invito tutti a leggerlo per potersi fare la propria idea personale e magari condividerla con noi nei commenti.
Voto finale 6,5.


0 commenti:

Posta un commento