Subscribe:

domenica 29 novembre 2020

Recensione: Gli imperi delle Sabbie di Andrea Gualchierotti [Rating 7,5] - recensione a cura di Andrea Zanotti

 




Titolo: Gli imperi delle Sabbie



Genere: fantasy, Sword&Sorcery

Prezzo: 4,99 ebook

Rating: 7,5

Sinossi:
Anno 1030: Le armate di Bisanzio assediano la città fortezza di Aleppo, capitale della Siria e regno dei tenebrosi Emiri Neri, i principi negromanti.
Giunto alla testa dei suoi soldati, il nashrakar Vardan, nobile d'Armenia, si unisce alle truppe imperiali, in vista dello scontro decisivo. Ma il tradimento alligna nelle armate bizantine, e il principe armeno, ridotto in catene da chi credeva amico, scoprirà suo malgrado come appena al di là delle sabbie roventi di Aleppo si celino gli  orrori e le meraviglie di un mondo sconosciuto, fatto di satrapie remote, antichi palazzi d'oro, e maledizioni sorte dal sangue.
Un'avventura che condurrà Vardan fino alle più lontane plaghe d'Oriente, là dove, sotto una mezzaluna d'acciaio, s'incrociano le spade della vendetta...

Recensione:
Oggi sono lieto di presentare la nuova opera di un autore che abbiamo ospitato in diverse occasioni su queste pagine. Sto parlando di Andrea Gualchierotti e del suo ultimo lavoro per  Italian Sword&Sorcery Books: Gli imperi delle Sabbie.
Chi ci segue a questo punto conoscerà già questo autore e la sua passione, e preparazione, in campo storico e nello specifico per quanto concerne la storia antica. Ebbene in questa occasione, come da titolo, l’ambientazione è del tutto particolare e affascinante, trasportandoci direttamente al cospetto degli imperi mediorientali, abbacinati dai raggi di un sole potente, e immersi in sterminate distese di sabbia bollente. 
Quando la preparazione storica si sposa con l’amore per il fantastico non può che nascere qualcosa di bello e in questo caso, fra terrificanti Emiri Neri volti alla negromanzia, e sperdute satrapie in cui prospera una magia corrotta e mortale, verremo condotti in un viaggio ricco di fascino e avventura. 
La prosa dell’autore è particolare e ricercata. Concede al lettore anche l’occasione di imparare qualche vocabolo nuovo, anche se, ahimè, temo difficilmente spendibile nel contesto moderno. 
Insomma un amore che traspare da ogni pagina, con la ricostruzione diligente e riuscita di atmosfere esotiche e personaggi ricchi di carisma. Il protagonista su tutti, indomabile e caparbio. Impossibile la sua ricerca della giusta vendetta non susciti l’empatia del lettore. A me è piaciuto un sacco. Un eroe da Antico Testamento lo definirei. 
Devo ammettere di aver riscontrato qualche refuso di troppo, cosa che mi ha stupito conoscendo l’usuale attenzione maniacale posta dalla casa editrice, ma nulla che possa infastidire il lettore, intendiamoci. Non potevo però tralasciare di segnalarlo.
Testo assolutamente consigliato agli amanti del fantastico e a tutti coloro che vogliono immergersi nel fascino delle atmosfere del vicino oriente. 
Voto 7,5  


0 commenti:

Posta un commento