Subscribe:

domenica 1 novembre 2020

Recensione: Elantion: Opulenti Insidie di Valentina Massano [Rating 8] - recensione a cura di Peg Fly

 



Opera: Elantion - Opulenti insidie

Serie: La Saga del Discendente 

Autore: Valentina Massano

Genere: fantasy

Prezzo: Ebook 2,99 - Cartaceo 15,60

Target: young/adult

Sinossi: L’avventura in Sahelica sta per volgere al termine per Kaj, Clarice, Oloice, Efren e Cilna. I cinque amici devono recuperare il prossimo frammento di Piastra dell’Esilio spingendosi nel Djazrem, il più ricco dei tre principati del Symeris. Si ritroveranno in territori sconosciuti ed insidiosi che li metteranno a dura prova e che rischieranno di compromettere seriamente la loro missione. In Draelia, mentre Sheera, la Ribellione, le Genti Libere e la regina Rahla con i suoi nani si organizzano per riconquistare Altopiano Ferroso, gli Elfi devono affrontare una volta per tutte la spia che cerca di sabotare l’esercito e fare i conti con la continua diminuzione della magia elfica lungo i confini dell’Elelreel. Ad Eyjanborg, nonostante la faida interna alla famiglia reale non accenni a placarsi e Zund sia costretto ad occuparsi di nuovi traditori, i suoi piani di conquista proseguono spediti e lui diventa un sovrano sempre più spietato e determinato, pronto a tutto pur di prevalere.

Recensione: Che cos’altro aggiungere a questa terza storia della trilogia “Elantion”? Una storia arricchita da nuovi e sorprendenti personaggi, tra i quali una Nemir, conosciute come donne-foca, alchimista formidabile e dalle capacità peculiari. Nalgr: potente drago che muore durante la Grande battaglia nella Piana degli Sterpi. Gli arcieri elfici a cavallo degli ethynd, robusti cervi con piccole corna intrecciate e dal manto color avorio. Dalla mappa ben disegnata e delineata  dei luoghi dove si volgono le azioni, soprattutto delle tre terre principali: Draelia, Shaelica e Symeris, non si può che rimanere soddisfatti. Elfi che scoccano frecce agli scheletri riuscendo ad attirare la loro attenzione e quella dei confratelli. Sia gli attacchi magici che congelano il tempo. Amore, avventura, suspense, combattimenti, incantesimi e altro ancora è contenuto in questo e ultimo volume della saga dell’autrice, che abilmente riesce a introdurre nella storia nuovi elementi di magia, tra cui la Sequenza di Remanius!  Sinceramente, in questi ultimi tempi, non ho mai letto un altro libro di genere fantasy così curato. Maghi che con il solo tocco di  alcuni simboli in ordine sparso, fa scomparire i glifi. Ossia segni incisi su roccia o muri di caverne, che simboleggiano cerchi, linee, quadrati o qualunque altra forma necessaria per racchiudere in un'immagine il significato di un pianeta, o di un segno zodiacale. Maghi che spuntano da nicchie laterali di porte o muri. Il terzo volume della saga, Elantion, come mi aspettavo, dunque, non mi ha affatto deluso. Anche le illustrazioni interne sono disegnate con cura dalla stessa autrice, che oltre a dimostrarsi un’ottima narratrice, è anche una bravissima illustratrice. Valentina Massano ritorna con una storia interessante e allo stesso tempo forte, come l’energia che accompagna la sua mano nel narrare, che ha come protagonisti dei personaggi insoliti, originali che si muovono all’interno di mondi altrettanto frutto di un’immaginazione però sapientemente studiata. Una trama ben delineata, scorrevole nella lettura ma ricca di dettagli che non solo ti fanno apprezzare al meglio i personaggi, ma intrattengono e coinvolgono il lettore. Una fiaba nella fiaba che affabula e ti trascina sino alla parola fine. Davvero una bella storia, silenziosa in apparenza ma con la giusta dose di azione e di temi importanti che vengono affrontati, come l’accettazione di se stessi e soprattutto la consapevolezza di ogni personaggio che cresce e matura nel corso degli eventi. La sensazione che ho avuto, leggendo i libri di Valentina Massano per la prima volta, è che sia quel genere di autore che sa come incatenare il lettore alle sue storie. Lo circonda di affetto, lo mette alla prova, lo attira nella sua trappola immaginaria, lo invita a cogliere ogni aspetto della narrazione,  lo accoglie con rigidezza e poi, zac, con un magistrale cambio di espressione, lo sorprende, lo sconcerta. È vero che la trama, all’inizio sembra essere lenta, ma poi comincia a prendere consistenza e a girare nel modo giusto e sempre più rapidamente, fino a giungere al finale esplosivo e inaspettato. Una storia che, in quanto a essere di stampo fantasy, non assomiglia affatto a una storia fuori dalla realtà, anzi, la Massano si percepisce a ogni periodo, a ogni frase, è presente come l’aquila che sorvola per controllare che tutto sia apposto, che tutto funzioni, che le pause siano state poste al punto giusto. Ci vuole tanta passione e tanto studio per arrivare a scrivere una buona storia, e anche se nell’incipit la vicenda può apparire come il solito romanzo fantasy scontato, leggendola mi sono ricreduta. Ho trovato i personaggi ben descritti, di spessore e a tutto tondo, perché durante gli eventi che sembrano travolgerli, riescono a crescere e a maturare. La trama, soprattutto nello svolgimento, vengono narrati alcuni sviluppi inaspettati, dettagli che hanno invogliato la mia curiosità a continuarne la lettura. Per chi ha già avuto l’occasione di leggere il primo e il secondo volume di questa nuova saga e di restarne incantati, consiglio di leggere anche quest'ultimo che, a dire incantevole, è veramente poco. Scritto bene, con pochi refusi, qualche errore che poteva essere evitato (ma ci stanno). Consigliata la lettura e non solo per gli amanti del fantasy. Confermo e con piacere il voto del secondo volume, un 8 pieno. 

Peg Fly




0 commenti:

Posta un commento