Subscribe:

domenica 31 marzo 2013

Il nostro marchio di qualità






Dedichiamo questo breve post per comunicare a tutti i nostri lettori che finalmente www.scrittorindipendenti.com ha deciso di fare il grande passo.

Oltre alle solite news, articoli e recensioni sul mondo dell'autopubblicazione, il nostro blog diventerà anche un "marchio di qualità", ossia un etichetta volta a garantire il buon livello dell’opera autoprodotta cui verrà concessa.

A tal fine abbiamo allestito un apposito "Comitato di Lettura", e poiché riteniamo che tale attestato possa essere conferito unicamente dai lettori finali, invitiamo chiunque di voi volesse aderire al progetto a farsi avanti sul nostro forum.

La nostra vuole essere un'iniziativa assolutamente trasparente, con un duplice fine:

·        aiutare i lettori a reperire testi ben scritti, "marchiandoli" e garantendo in tal modo uno standard di qualità uniforme fra gli stessi;
·        promuovere gli autori meritevoli, raggruppandoli sotto l'egida del nostro marchio.

A tal fine la paginetta Scritti dello Staff, verrà presto sostituita da quella "Marchio di qualità" nel quale inseriremo i primi lavori che hanno superato le nostre "selezioni".

A presto e intanto buona Pasqua a tutti!


mercoledì 27 marzo 2013

Strategia di Scrittura nº9: Dal familiare all’inconsueto, e viceversa

Gran parte del materiale di questo articolo - esempi esclusi - è tratto e/o riadattato dal manuale “Writing Tools” dell’insegnante di scrittura Roy Peter Clark, che ringrazio immensamente!

Il liquido scorre denso, salato, sulla mia pelle. Gli occhi mi bruciano, ciglia incollate come vecchia carta da parati. Il rivolo scorre fino alla punta del mio naso, forma una cateratta, quindi una pozza paludosa tra i peli del mio labbro superiore. Mi entra in bocca, lo sputo, lo ingoio un’altra volta. Maledetto il giorno che ho scelto l’Africa per le mie vacanze estive.
(Malgrado la pochezza del mio stile) nota come qualcosa di comune e familiare, tipo il sudore sulla pelle in una giornata d’afa opprimente, possa uscire trasformato dalla penna di chi scrive.

mercoledì 20 marzo 2013

Strategia di Scrittura nº8: Simmetrie e giravolte

Gran parte del materiale di questo articolo - esempi esclusi - è tratto e/o riadattato dal manuale “Writing Tools” dell’insegnante di scrittura Roy Peter Clark, che ringrazio immensamente!

Quando vuoi esprimere una sequenza di concetti in parallelo, niente di meglio che utilizzare strutture in parallelo: il ritmo è garantito. Ecco un esempio ben pompato:

- Venite a me, grandi guerrieri di Orebor! - tuonò il Diseredato, davanti alla sua tenda - Venite a me, superbi incantatori di Lunydia, gagliardi nani di Kartúk, nobili arcieri di Ylomár, e soprattutto voi, domatori di cavalli della steppa senza fine!
La ripetizione tambureggiante delle strutture, dal “venite a me” ai vari “grandi guerrieri”, “nobili incantatori” (sempre aggettivo + sostantivo), traina il discorso dell’oratore, dà origine a una vigorosa onda di ritmo e persuasione.

domenica 17 marzo 2013

"Five Fingers" di Luca Barbieri [Rating 6]





TITOLO: "Five Fingers"
AUTORE: Luca Barbieri
GENERE: Weird Western
PAGINE: 172
RATING: 6/10
Link Acquisto









Riprendo il sentiero che mi ha condotto ad esplorare il panorama weird western italico, presentandovi l’antologia di Luca Barbieri dal titolo Five Fingers.

Si tratta di una raccolta edita da Il Foglio Letterario, in cui verremo condotti nel west più selvaggio, dove il confine fra realtà e soprannaturale è più tenue, e le leggende più cupe non hanno difficoltà a sostituirsi ad una realtà gia di suo cruenta e spaventosa.

·       Polvere di legno nero
·       L'antico credo degli insepolti
·       Vivere da uomini, morire da topi
·       Cicatrici di roccia sopra l'anima di un assassino
·       Ciò che il Banshee porta con sè

Cinque racconti dedicati alle cinque dita utilizzate per impugnare una colt.
Un avviso: non c’è argine alla brutalità delle descrizioni offerteci dall’autore presentandoci racconti che possono essere annoveranti come veri e propri horror calati in una scenografia western, quindi meglio per i deboli di cuore tenersi alla larga.
Prima di tutto però un paio di appunti che non posso esimermi dal muovere al prodotto confezionato dal “Foglio Letterario”.


mercoledì 13 marzo 2013

Strategia di Scrittura nº7: Vacci piano coi gerundi!

Gran parte del materiale di questo articolo - esempi esclusi - è tratto e/o riadattato dal manuale “Writing Tools” dell’insegnante di scrittura Roy Peter Clark, che ringrazio immensamente!

Andando per le vie di Altanya, Cougar si stava rendendo conto che da quelle parti le cose erano cambiate. Pensandoci meglio, forse era il caso di far visita al saloon, scoprire un po’ di novità bevendo un goccio.
Avrai notato come l’uso troppo spinto del gerundio rallenta il passo e appesantisce il testo. Perché caricarci di tanto bagaglio extra, quando possiamo ricorrere alle armi del presente e del passato semplice, o del verbo all’infinito?

Mentre andava per le vie di Altanya, Cougar si rese conto che da quelle parti le cose erano cambiate. Forse era il caso di far visita al saloon, per bere un goccio e scoprire un po’ di novità.

domenica 10 marzo 2013

Il demone dalla maschera d'argento di Giuseppe Benevento [Rating 9]

TITOLO: Il demone dalla maschera d'argento
AUTORE: Giuseppe Benevento
GENERE: Fantasy
PAGINE: 228
RATING: 9/10
ASIN: B00AM254BG
Link Acquisto (0,99 € ebook)









Il demone dalla maschera d’argento è il romanzo d’esordio di Giuseppe Benevento.
L’ho adorato. Che dire di più?
Il genere è quello del fantasy classico, a me ha riportato alla mente le atmosfere e il clima dei libri di Tolkien, Gemmell e Eddings.
Regno dell’Isola Verde: la pace, assicurata dal sovrano Guglyem, è in pericolo. Le incursioni degli orchi e degli Uomini Selvaggi si fanno sempre più frequenti.
Una domanda non trova risposta, come hanno potuto valicare le difese del regno senza aiuto? Tutti i signori delle diverse terre del reame hanno giurato fedeltà, tra loro si cela, forse, un traditore? 
La storia inizia con una carrozza che, mentre attraversa il bosco a gran velocità, viene attaccata dai briganti. L’intervento di una strana figura, un uomo celato da una maschera d’argento, evita il peggio. Tante sono le leggende che ruotano intorno a questa figura, tutte spaventose e poco edificanti. Ma colui che nasconde il suo volto è tutt'altro che pericoloso, anzi sarà cruciale per la salvezza del regno, che ormai è a un passo dal cadere in mano al Signore degli Orchi. Non voglio dirvi nulla di più, anche se nel libro, scopriamo quasi subito l’identità del nostro eroe mascherato, perché non il mistero, il fulcro di questo romanzo, ma la lotta contro il male, l’onore, la fedeltà al proprio sovrano e al regno, l’amore e l’amicizia.

mercoledì 6 marzo 2013

Writing Fiction for Dummies



Titolo: Writing Fiction for Dummies
Autori: Randy Ingermanson, Peter Economy
Genere: manuale di scrittura
Pagine: 384
Editore: John Wiley & Sons
Rating: 8/10
Link Acquisto (10.99€ ebook)






Nella precedente recensione sui manuali di scrittura vi abbiamo presentato un testo basato prevalentemente su consigli pratici. Adesso è il momento di scendere nei dettagli e vedere quali sono le parti che compongono un romanzo, spiegate in modo tecnico e impersonale. 

domenica 3 marzo 2013

"La Pietra del Sole" di Elena Garbo [Rating: 3]

TITOLO: "La Pietra del Sole (Shinig-Le pietre del potere: 1)"
AUTORE: Elena Garbo
GENERE: Paranormal Romance
PAGINE: 320
RATING: 3/10
ASIN: B008XJFM
Link Acquisto (0,93 € ebook)








 Il romanzo in una riga: "Un avventura pangeografica che frulla insieme antiche profezie, vampirismo e romance" 


Il peggior libro che abbia mai letto in vita mia, terminato solo per l'impegno preso come recensore. Si tratta di un esempio emblematico dei pericoli insiti nel mondo del self publishing che scoraggiano molti lettori dall'acquisto di opere autopubblicate, danneggiando enormemente i bravi autori che scelgono questa strada.

Si tratta della storia di una sorta di archeologo che durante le sue ricerche viene a conoscenza di realtà esoteriche e soprannaturali, facendosi coinvolgere in un astrusa serie di peripezie in giro per il globo. Nulla di male fin qui, anzi, potrebbe essere un environment accattivante per gli amanti del genere. Il libro però presenta molte debolezze strutturali (che si accentuano col progredire della storia, divenendo asfissianti), incoerenze interne e squilibri narrativi, oltre a mancare di freschezza ed originalità (vampirismo e complottismo messianico, propio temi che scarseggiano nei romanzi del momento!). Il finale poi, è terribile.