Subscribe:

domenica 26 maggio 2019

Recensione: ARCHAI: Il blu infinito dell'universo di Letizia Finato [Rating 8] - recensione a cura di Gianfranco Pereno


Link Acquisto Amazon

Titolo: ARCHAI - Il blu infinito dell'universo

Autore: Letizia Finato

Editore: Pubblicazione indipendente 

Genere: fantasy

Prezzo: ebook € 3,99 / cartaceo € 15,49

Sinossi: "Un pianeta, no, due pianeti: Neviv e la Terra, stretti da un antico, nuovo legame. 
La storia: due ragazzi, Heèri la protagonista, indigena e straniera, con un’identità pesante per le sue fragili spalle e Lham, un giovane dal carattere brusco e cupo, esiliato dal suo popolo per una grave colpa. 
La minaccia di una guerra incombe, le armate Sitka sono pronte, nessuno le può fermare, i Kiruk saranno annientati. Solo gli Archai possono... solo gli antichi potenti Archai. 
Heèri catturata da una pattuglia Sitka, viene liberata quasi per caso da Lham. Non sa ancora cosa le riservi il destino, il suo futuro è incerto, ma la sua eredità è preziosa. 
Lei, lei e nessun’altra: discendente della leggenda, il mito degli Archai e un compito gravoso, ritrovarli e chiedere aiuto. 
E così i suoi passi si dirigono verso Exonipun, una sperduta vallata in pieno territorio Tesay, ove si pensa abbiano origine gli Archai. Lham, riluttante, l’accompagna mettendo in gioco la sua vita. Durante il viaggio i due ragazzi imparano a conoscersi, lentamente a fidarsi l’uno dell’altra. Insieme crescono, fanno delle scelte, sbagliano e ammettendo i propri errori, affrontano i fantasmi del loro passato e del loro presente."
Una storia in cui i personaggi vivono le loro emozioni, nella quale il lettore può immergersi e trovare spazio per la propria immaginazione. Adatta a chi non ama descrizioni dettagliate di violenza, a chi non ha paura di provare emozioni, ne di ritrovarsi all'improvviso trasportato in un mondo così lontano e pure incredibilmente così vicino.
Infine, un invito a leggere un piccolo frammento, realizzato con il doppio significato di completamento o di assaggio "ARCHAI Viaggio su Neviv Eloisel e Androk" pubblicato su Amazon al seguente link ove troverete una mappa del territorio, un glossario su personaggi e razze e due brevi racconti legati alla storia.

Recensione: 
Per chi vuole sapere qualcosa di questo romanzo può tranquillamente andarsi a leggere la sinossi, è più che esauriente, dice tutto e non dice nulla, nella più pura tradizione del Fantasy.
Per tutti gli altri… buon tuffo!
Un bellissimo tuffo nella più pura fantasia e nel più raffinato e magico mondo del genere Fantasy, non chiedetevi nulla, leggete e basta, di sicuro non vi pentirete di averlo fatto.
Sulla storia nulla da ridire, o meglio, tantissime cose da dire, quasi tutte estremamente positive.
Non solo l’Autrice sa scrivere, ma sa pure entrare nella psicologia dei personaggi con una bravura non consueta, ponendo un’attenzione che definirei “elegante” , non mi viene altro aggettivo, sia sui protagonisti che sul mondo in cui sono immersi.
Raramente sono stato preso in modo così forte dalla sinergia che emerge nel racconto tra la descrizione dell’ambiente e la presentazione degli attori che in esso si muovono, che permette di trasformare i consueti cliché del genere in un qualcosa di più profondo, dove tra l’altro, l’idea di fondo di un mondo dove una genesi aliena, trova nei suoi ultimi discendenti la personificazione del bene e del male non è per nulla scontata e permette al lettore di addentrarsi nell’usuale mondo surreale del Fantasy giustificando con più facilità tipologie umane e specie animali prevedibilmente irreali. 
La mia impressione è che proprio l’attenta scelta delle varie ambientazioni e la cura quasi maniacale dedicata dall’Autrice sia alle condizioni atmosferiche che a quelle fisiche dei protagonisti, sia il vero legante che ci porta a trovare il tutto estremamente reale; se io lettore sento la pioggia o il freddo della neve, avverto il vento o mi perdo in un tramonto, allora anche i personaggi che mi scorrono sotto gli occhi diventano più concreti e coinvolgenti.
Il bene e il male, yin e yang, fratello e sorella, la solita ricerca del sacro Graal, il viaggio, la compagnia, le difficoltà e le prove da superare, l’amore puro e chissà perché ingenuo e la gelosia, l’eroe travagliato e il perfido traditore, nel mondo Fantasy praticamente tutto ruota attorno alle solite cose, la differenza è nel come scrivere queste cose, è nel come si rappresentano, si raccontano, è nel quanto l’autore crede veramente in quello che propone.
E qui l’Autrice è veramente brava, io personalmente non la conosco e non ho idea di come sia in realtà, ma mi piace pensare che conviva con i suoi personaggi dai nomi assurdi come convive con familiari e amici, dal momento che quegli stessi personaggi sono diventati per qualche ora anche dei miei amici.
E sono sicuro questa estate finirò per sbirciare i piedi di qualche rossa sdraiata a rosolarsi in spiaggia, nel dubbio di scorgere eleganti squame che ne tradiscano l’origine Atlantidea.
Pro:  Ottima capacità nel mantenere il ritmo e l’attenzione sul racconto.
Contro: Qui sono perplesso! Sinceramente ho trovato difficoltà a legare alcune scene, soprattutto all’inizio, avvertendo la problematicità da parte dell’Autrice sui tanti stacchi che bisognava in qualche modo spiegare, oltre a incomprensibili indecisioni sulla struttura tecnica dei dialoghi, dal momento che non riuscivo a capire chi parlava, con le sergenti che frammentavano il dialogo di uno stesso soggetto, rendendo difficoltosa la comprensione della scena. Sicuramente deve esserci una spiegazione che mi sfugge, dal momento che la prosa invece è estremamente scorrevole e accattivante.
Una cosa di cui invece sono certo è la scelta completamente sbagliata del font dei sottotitoli dei capitoli, spero che sia solo nella versione epub che ho in mano, è un vero peccato che un romanzo di questo livello si presenti come un temino di una liceale del primo anno.
Comunque è solo una sciocchezza di un vecchio grafico rispetto ad un romanzo sicuramente valido e piacevole da leggere.
Voto: OTTO

 

0 commenti:

Posta un commento