Subscribe:

mercoledì 31 luglio 2019

Disfida nr. 101: Il sospiro del mistero di Cristiano Venturelli VS Ray Bradbury




TITOLO: IL SOSPIRO DEL MISTERO

AUTORE: Cristiano Venturelli è nato e vive a Modena. Convinto sostenitore che un famoso scrittore non debba necessariamente scrivere sempre buoni libri, le sue opere preferite vanno da autori come P. Dick a B. Sterling, da E.A. Poe a S. King, da A. Conan Doyle a Robert Ludlum, da E. Hemingway a Tom Wolf.   Ha pubblicato una raccolta di poesie e racconti dal titolo “Gocce di speranza”. “Il Sospiro del Mistero” è la sua prima prova editoriale nel genere fantastico.

FORMATO: Cartaceo e epub.

GENERE: Racconti di fantascienza, soprannaturale, paranormale, horror

PREZZO: Cartaceo 10 euro, Epub gratis (su richiesta nel blog dell'autore) o 0,99 euro su Amazon 

Link Acquisto Amazon
SINOSSI: Un fotografo decide di seguire uno strano essere, dalle sembianze umane, alla ricerca del tesoro più prezioso che alberga nell'animo umano. Il dramma di un padre disperato che progetta di uccidere il figlio malato pur di porre fine alle sue sofferenza. Un marine, negli ultimi giorni della sua vita, trova qualcuno capace di sciogliere i nodi esistenziali che lo hanno sempre tormentato. Un ragazzino frustrato, disposto a tutto pur di entrare nell'olimpo di un videogioco, apprenderà a proprie spese il valore della lealtà. Un parroco deve raccogliere l'angosciante confessione di un aborto dalle conseguenze tragiche. Un frequentatore di escort ne incontra una tanto speciale quanto letale. Un tossicomane scopre che credersi Dio può avere delle conseguenze atroci. Sette storie di vita ordinaria e straordinaria, sette racconti attraverso i quali l’autore affronta temi reali dolorosi, difficili e talvolta proibiti, dando vita a pagine di profondo coinvolgimento emotivo che conducono verso un finale, di fronte al quale è difficile restare indifferenti. 

COMMENTI DELL'AUTORE: 
Ho letto moltissime opere del genere fantastico (fantascienza, horror, fantasy e soprannaturale) e più volte ho notato che le loro fondamenta si basavano prevalentemente sull'immaginazione dell'autore nel creare mondi, personaggi, situazioni, indubbiamente coinvolgenti, ma privi di un significato profondo che facesse riflettere su argomenti concreti e attuali. 
Nei miei racconti ho cercato il più possibile di fare in modo che le creature fantastiche, siano esse alieni, spettri, fantasmi o vampiri, che li popolano accompagnassero i protagonisti, ed anche il lettore, a ponderare sul significato della morte, della vita, della vendetta e sul valore delle emozioni, della lealtà e dell'amore. 
Tengo inoltre a precisare che, nel partecipare a questa disfida, il mio obbiettivo non è quello di ottenere recensioni sul sito del libro o sul blog, ma poter ricevere il feedback sincero di lettori competenti nel settore.

BIG DA SFIDARE: 


Ray Bradbury

Fahrenheit 451









Bruce Sterling

Nuove eterotopie L'antologia definitiva del connettivismo






6 commenti:

Anonimo ha detto...

Vivido, intenso fantasioso. Non ti stanchi di leggere i racconti del Sospiro del Mistero. Gli spunti sono molto interessanti e le storie, tutte avvincenti, fanno riflettere su temi importanti e sulla vita in generale, benché gli argomenti siano trattati con leggerezza. A mio avviso il Sig. Venturelli è un talento e spero di poter presto leggere altre sue opere.

stefano ha detto...

Sfida difficile, soprattutto tra due libri di genere cosi' diverso.
I racconti di Cristiano, che ho avuto modo di leggere, nonostante l'acerbita' tecnica offrono davvero molti spunti di riflessione e di emozione.
In particolar modo due, a mio modesto parere:
"La signora in nero", piccola grande storia di una vendetta e
"La donna della folla", in cui si gioca con efficace ambiguita' con le emozioni e con i sentimenti.
Sette frutti dolci e amari, che lasciano uno stimolante retrogusto, e la voglia che ce ne siano di piu', nella vita, di momenti cosi' appaganti.
Mistero sfiorato oppure affrontato di petto, comunque lasciano tutti il segno, magari imperfetto, ma sempre preciso ed indelebile.
Lo scontro, impari, mi porta a preferire il cavallo sfavorito, se non altro perche' Bradbury non ha nulla da vincere ancora di piu' di quello che ha gia' vinto, mentre Cristiano ha appena iniziato la sua, sicuramente lunga, vicenda creativa ed ha bisogno di un affettuoso e sincero incoraggiamento.
i numeri ci sono tutti, bisogna solo metterli in fila.

Morena Muccini ha detto...

Tanti sospiri del mistero accompagnati da emozioni e da tanti stimoli di riflessioni.
Il modo di scrivere di Cristiano Venturelli è molto efficace e trasmette tanto, sia a livello emozionale che al far sorgere nuovi pensieri "diversi" da quelli abitudinari. In una società addormentata e abituata ad accettare, accecata da tutto quello che i leader delle masse propongono, tutto quello che Cristiano ha scritto porta un arricchimento e un modo "sano" per poter svegliarsi e poter evolvere in qualcosa più vicino al nostro modo di essere.
I racconti hanno tutti grandi morali e principi di fondo, mi ci sono ritrovata nelle mie solide radici modenesi e emiliane, ci sono tanti concetti che ci appartengono come se fossero presenti nel nostro DNA.
Mi è piaciuto molto come vengono messi in discussione i protagonisti per trovarli "spiazzati" al confronto con gli altri ma soprattutto con loro stessi. Fragilità e grandezza dell'animo umano, il bianco e nero, la luce e l'ombra, il bene e il male, il timore e la felicità, universi contrapposti dalle dimensioni imprevedibili della mente. Consigliata a pieni voti la lettura che vi catapulterà e vi proietterà in un'altra dimensione che rimarrà dentro lasciandovi qualcosa che ha molto valore. Complimenti allo scrittore e buona lettura a tutti!

Unknown ha detto...

Ho trovato i racconti di Cristiano molto potenti,diretti,efficaci e con una grande forza visiva ed emotiva.. un'ottima scrittura che riporta a suggestioni antiche che riescono ad essere attuali e coinvolgenti!

Unknown ha detto...

non ci si puo'stancare nel leggere Sospiro del Mistero....ogni storia riguarda una reale riflessione attuale, sia pur creata dalla fantasia umana...ti porta ad una riflessione innata in ogni essere umano...ogni racconto tocca con mano decisa lo sgomento nell essere umani di fronte alle casistiche innaturali imprevedibili fantastiche o non che l odiernita' ci propina.....un altro modo di fare fantasia sicuramente...un altro modo di confronto ma.....la riflessione e' dovuta, nasce spontanea

Anonimo ha detto...

Ho letto entrambi i libri della disfida. Il primo è un classico che ho letto e riletto quando ero ragazza. Il secondo mi è stato inviato gratuitamente dal Sig. Venturelli dopo aver fatto richiesta sul blog del libro. Che dire? Bradbury è stato sicuramente un genio nello scrivere un'opera come Fahrenheit 451. Ma scavando una somiglianza tra i due scrittori c'è. Entrambi usano il pretesto del fantasy per affrontare problematiche umane e sociali. Anche il sig.Venturelli nei suoi racconti arriva a trattare argomenti sociali spesso scomodi come l'aborto, l'eutanasia, la droga o umani come le emozioni, la lealtà, il significato della vita e lo fa con idee e spunti sicuramente originali. Pertanto preferisco non assegnare a nessuno dei due la palma del vincitore in quanto Bradbury di premi ne ha ricevuti a bizzeffe (giustamente) e Venturelli ha dimostrato con la sua opera d'esordio di saperci fare. Bravi tutti e due! Predari Patrizia

Posta un commento