Subscribe:

domenica 5 maggio 2013

Corner's Church di Matteo Zapparelli [Rating 6]





TITOLO: Corner's Church
AUTORE: Matteo Zapparelli
GENERE: Thriller
PAGINE: 194
RATING: 6/10
Link Acquisto









Oggi cambio genere e vi presento il Thriller autoprodotto, scritto e diretto da Matteo Zapparelli.
Come oramai saprete non siamo proprio nel mio ambito, quindi ci andrò con i piedi di piombo. Tuttavia a suon di film, telefilm e qualche romanzo, il genere non mi è del tutto sconosciuto.
Premetto subito che l’ebook è ben fatto e la storia narrata scorre gradevole e senza problemi di sorta, facendoci scoprire un'altra pregevole penna indipendente.


 
Tuttavia non posso esimermi dall’esprimere una certa delusione, poiché a mio avviso il romanzo soffre di una pecca “grave”, ossia la mancanza di originalità.
Intendiamoci non che la storia narrata sia priva di suspense o quant’altro, ma da uno scritto indipendente, non soggetto alle gabbie imposte dall’editoria tradizionale, mi sarei atteso qualche spunto più coraggioso in un genere, quello Thriller appunto, che troppo spesso presenta i medesimi copioni.
Quindi, valutate voi, miei cari lettori.
Per alcuni il fatto che Corner’s Church potrebbe tranquillamente essere proposto da un editore tradizionale potrebbe essere sicuramente un pregio.
Per chi come me invece vede nell’autopubblicazione la possibilità di sbizzarrirsi nella massima libertà, è un’occasione mancata.
Entriamo nel merito.
Ci troviamo alle prese con il solito serial killer e il solito agente (Snyder, detto il Biondo) che dedica la propria vita al suo inseguimento.
I due vengono catapultati nella tranquilla vita di un paesino di provincia americano, Chorner’s Church per l’appunto, sconvolgendone inevitabilmente la quiete.
Fra un omicidio brutale e l’altro arriveremo così al gran finale, con sfida tipo O.K. Corral e sorpresa conclusiva (che poi tanto sorprendente non è, se un non-esperto come me era riuscito a fiutarla già da un po’…).
Ad ogni modo, a scanso di equivoci, torno a ripetere che la lettura è piacevole, le concitate fasi finali, anche se prevedibili, invogliano la lettura, pagina dopo pagina e di questo va dato atto allo Zapparelli.
Senza entrare troppo nello specifico per non finire col darvi imbeccate che possano rovinare la vostra esperienza, posso affermare che il protagonista, il Biondo, è ben tratteggiato e si discosta sin da subito dal classico “buono”, fornendo uno spunto di originalità.
Tuttavia vanno segnalate alcune forzature piuttosto pesanti a livello di trama, una su tutte il cambiamento repentino della visione del mondo proprio da parte del protagonista.
Cambiamento funzionale e indispensabile all’evolversi della storia, ma gestito a mio avviso in modo troppo sbrigativo da parte dell’autore, col rischio di renderlo poco credibile.
Idem dicasi per la donna che origina tale mutamento.
Il suo infatuarsi del Biondo pare gestito in modo eccessivamente sbrigativo, inficiando la credibilità del tutto.
La prosa si mantiene su buoni livelli, il tono è quasi sempre adeguato, salvo alcune (rare) occasioni in cui l’autore si lascia scappare qualche frase più adatta al linguaggio parlato e in cui pare un po’“svogliato”.
Alcuni errori e ripetizioni avrebbero certamente potuto essere eliminati con un buon editing incrociato.
Un esempio su tutti: la ripetizione assillante del soprannome del protagonista in alcuni spezzoni dell’ebook… in una pagina avrò letto “Il Biondo” almeno una ventina di volte.
E’ una disattenzione da niente in realtà, sono il primo a dirlo, ma al lettore finisce col dare un senso di amatorialità al testo che invece non si meriterebbe.

In conclusione l’ebook rimane comunque godibile, scorre veloce senza intoppi seri e risulta quindi una gradevole lettura capace sicuramente di emergere nella marea delle autoproduzioni di dubbio valore in circolazione.
Metto un 6 anche se sarebbe un 6,5.
Odio le mezze misure e sono sicuro che l’autore saprà offrirci qualcosa di ancora migliore alla prossima occasione.
Le qualità e la scioltezza nel dar vita ad un mondo immaginario già si vedono!

2 commenti:

valeottantadue ha detto...

io amo il genere...sono comunque curiosa di leggerlo questo...grazie per la recensione ero curiosa di sapere cosa ne pensavi perché l'ho messo nella lista acquisti:)

Anonimo ha detto...

Ringrazio di cuore Dr. Zinzu per la bella e obiettiva recensione del mio romanzo: sei effettivamente riuscito a cogliere appieno sia i pregi che i difetti dell'opera (esistono anche quelli, e sono il primo a vederli e ad ammettere di non essere perfetto). Grazie ancora di cuore, anche per la recensione su Amazon.

Matteo Zapparelli
www.matteozapparelli.com

Posta un commento