Subscribe:

venerdì 4 maggio 2012

"I giorni di Insomnia" di Arianna Giancola [Rating A]

 

 


Titolo: I giorni di Insomnia
Autore: Arianna Giancola
Genere: Fantasy
Pag: 258
Rating: A
Link Acquisto

 

 

AGGIORNAMENTO DEL 29/09/2012: il costo dell'ebook è ora di 8,91€.

Federico è un adolescente come tanti altri, con qualche problema sentimentale. Per puro caso si trova ad attraversare i confini tra la Terra e Insomnia, un mondo creato dai sogni e dagli incubi degli uomini. Qui, assieme a un gruppo di compagni, si troverà a dover partire alla ricerca della regina Illiria, colei che garantiva l’equilibrio di Insomnia e la cui assenza sta portando alla sua distruzione. Il romanzo è solo la prima metà della storia, per cui si dovrà leggere anche la seconda parte per sapere come andrà a finire.

Arianna Giancola è un autrice giovane, al suo esordio, e il suo scrivere è fluido e piacevole. L’idea alla base del romanzo è buona, con una discreta dose di originalità. Ci sono, ed era inevitabile, delle pecche dovute alla gioventù e all’inesperienza. Vediamo quali. Innanzitutto la transizione tra la Terra, il mondo conosciuto dal lettore, e Insomnia: troppo brusca, troppo poco spiegata e “introdotta”, non dà la sensazione di una transizione inevitabile, ma di una piccola forzatura per arrivare al “dunque”. A mio parere un mondo parallelo non può essere dato per scontato, ma ci si deve far arrivare il lettore con un atterraggio “morbido”. Poi la storia: in vari momenti sembra di trovarsi di fronte a una “quest” di un gioco di ruolo, con obiettivi intermedi non chiaramente connessi a quello finale. In alcuni casi sembra di vedere con estrema chiarezza gli alberi (singole scene o episodi), ma di perdere di vista la foresta (la storia nella sua interezza). In questo non aiuta il fatto che le situazioni e i nemici affrontati facciano parte di tradizioni fantasy diverse: vampiri, nani oscuri, nomadi del deserto e così via. Il saper mescolare ingredienti diversi è un gran pregio, ma non si deve mai dimenticare che il lettore fantasy ha una serie di cliché ben inculcati nella mente e che per smuoverli si deve faticare più che per seguirli banalmente. Ultimo appunto che si può fare al romanzo, ma molti autori anche non esordienti peccano da questo punto di vista, è la gestione del ritmo. Il romanzo scorre più o meno tutto con la stessa tensione, tranne che nei momenti topici (battaglie e punti chiave). È meglio per l’autore fare in modo che essa abbia un andamento sinusoidale, invece che rettilineo. Il lettore deve avere sempre la tentazione di girare la pagina per sapere cosa succederà.

Detto questo “I giorni di Insomnia” è un romanzo gradevole e scorrevole, che fa intravedere una buona autrice. Una volta impadronitasi di qualche “trucco del mestiere”, Arianna Giancola sarà senz’altro in grado di proporci ottimi romanzi. Una parola per l'editore, 0111 edizioni, che sembra (pur nella limitatezza dei mezzi di una piccola casa editrice) rivelarsi una buona risorsa per gli esordienti, prova ne sia la bella copertina. Unico appunto: per un ebook più di 10€ sono davvero troppi!

6 commenti:

Strelitzia ha detto...

Ecco un esempio di come un libro riesca a racimolare qualche lettore grazie ad una buona copertina.
Costa 10€? 10€?! Ok scherzavo. Sì è bruciato anche quei pochi lettori attratti dalla copertina grazie ad un prezzo spropositato.

Unexist ha detto...

Pienamente d'accordo con Strelitzia. 10€ per un ebook è un FURTO.
Un conto, pero', è quando è un libro di uno scrittore emergente, dato che le CE possono fare "pressioni" in tal senso.
Ma quando vedi questo prezzo su libri che hanno venduto MILIONI di copie ti senti preso in giro e basta.
Spero che in futuro la politica dei prezzi sugli ebook cambi radicalmente, cosiì da incoraggiarne la diffusione anche in Italia.

Arianna Giancola ha detto...

Per prima cosa grazie per la recensione: le critiche costruttive sono sempre bene accette. Spero per il seguito di potervi dare qualcosa che valga davvero la pena di leggere :)

Per quanto riguarda il prezzo purtroppo non posso che essere d'accordo con voi, soprattutto visto che la prima persona ad esserne danneggiata sono io e non ho avuto nessuna voce in capitolo.
L'unica cosa che posso dire è che, per le strane politiche della casa editrice, sul sito della loro associazione culturale si può acquistare a 8 euro (sempre una follia, lo so... ma che ci posso fare?)
Se gli admin mi danno il permesso posto il link, oppure chiedo di modificare quello esistente.

dr.zinu ha detto...

Ok Arianna, procedi pure!
Ovviamnete mi accodo a quanto detto da Strelitzia e Unexist, ma comprendo perfettamente che la colpa non possa essere attribuita all'autrice!
Rimango della mia idea che in casi come questi una bella autopubblicazione rimanga la via migliore.

Arianna Giancola ha detto...

Eh, a saperlo prima... Purtroppo temo che dobbiamo sbatterci tutti la faccia prima di capire (e lasciarci imbavagliare dai contratti fino a che durano). In ogni caso grazie per il permesso :)
Qui potete acquistare l'eBook a 8 euro.

Unexist ha detto...

Modificato il link all'acquisto nella recensione con quello fornito da Arianna.

Posta un commento