Subscribe:

sabato 19 maggio 2012

"Grifo, l'eresia Clodovingia" di Elisa Emiliani [Rating A]






Titolo: Grifo l'eresia Clodovingia
Autore: Elisa Emiliani
Genere: Fantasy
Pag: 210
Rating: A
Link download





Oggi vi presento il I° volume di una trilogia Fantasy, creato da un autrice che a mio avviso ha stoffa vera. Intendiamoci, non sono un talent scout, ma in alcuni passaggi del romanzo, le immagini evocate dalla Emiliani, sono decisamente valide e capaci di emozionare. 

D’altra parte vi stupirò subito, dicendo che nonostante la sviolinata iniziale, il rating non va oltre la A.


Premessa: amo i fantasy dalle storie complesse, con intrecci di punti di vista arzigogolati e soprattutto amo essere travolto da tonnellate di personaggi, nomi, divinità ecc… quindi quando ho iniziato questo romanzo ho subito pensato di aver trovato pane per i miei denti. 

Detto questo, un primo appunto per i lettori e per l’autrice: per i primi, che spesso non hanno il mio malsano amore per quello che volgarmente viene definito l’infodump, non spaventatevi leggendo il primo capitolo, non cercate di tenere a mente nomi di sacerdoti e di divinità, limitandovi piuttosto a godere della narrazione. Calatevi senza troppi patemi nel mondo generato da Elisa Emiliani. 

Per l’autrice, un segnale di allerta: un inizio così prorompente, a mio avviso, può costare parecchi lettori. Mi sento di dirlo, perché anch’io, nei miei scritti, sono solito commettere il medesimo errore.    
Ma veniamo al sodo. 
La vicenda si svolge per la maggior parte all’interno di Castel Grifo, da cui il nome del romanzo stesso. Si tratta di un maniero strano, edificato con criteri fuori dall’usuale e all’apparenza progettato da un folle, con camminamenti di ronda assolutamente inadatti per le guardie e corridoi inutilizzabili, che costringono i servi a fare il giro dell’oca per portare le pietanze in tavola. E’ in questo contesto che prendono vita le vicende che caratterizzeranno i personaggi. Qui assisteremo a rincorse ossessive all’interno dei budelli del castello, a fughe precipitose e incontri bizzarri. Tutto si svolge fra le mura di questa roccaforte, cambiando prospettiva a seconda che ci si trovi nei panni del principe, piuttosto che dell’ultima delle sguattere. 
L’autrice è abilissima nel creare una sorta di clima ansiogeno, spingendo il lettore verso una godibilissima “claustrofobia da Castel Grifo” e dimostrando di possedere una scrittura capace di coinvolgere appieno. 
Qualcuno potrebbe definire questo ebook un low fantasy, tuttavia non mancano i capitoli di più ampio respiro, in cui vengono narrati gli eventi che coinvolgono il resto del Regno e dove si intrecciano le vicende a più ampio raggio. Tutti capitoli ben scritti peraltro, e quindi il rammarico per il loro esiguo numero risulta ancor maggiore…
Passiamo ai personaggi, alcuni dei quali sono decisamente originali e fuori dagli schemi classici del fantasy. 
A questo proposito vi narro di una coincidenza fortuita, che ha dell’inquietante… sono solito leggere in parallelo due romanzi: uno di un autore autoprodotto e l’altro edito da grandi case editrici. In questo caso il fato ha voluto che assieme all’opera della Emiliani, stessi leggendo l’acclamatissimo Acchiapparatti di Francesco Barbi… beh, Signori, senza nulla togliere alla pur apprezzabile opera edita da B.C.Dalai, Grifo ne esce, a mio personalissimo parere, da vincitore. 
Ho letto fior fior di recensori sperticarsi a osannare l’opera di Barbi, strabiliandosi per aver infine trovato l’originalità assoluta del fantasy italico… beh, un consiglio: leggetevi anche qualche autore autoprodotto, potreste avere altre piacevoli rivelazioni!
Il personaggio di Crono, ad esempio, mi ha colpito molto, riuscendo con i suoi modi confusionari, il suo fare schietto e “anticonformista”, nonché i suoi vizi e difetti, a coinvolgermi negli eventi in modo nuovo e del tutto particolare.   
L’ironia fa spesso capolino nel corso della narrazione, contribuendo a creare un atmosfera bizzarra, che accompagnerà tutto il romanzo e connotandolo come un fantasy veramente originale.
Certo, Grifo non è esente da ingenuità. In alcuni passaggi è un po’ caotico, ma con una rivisitatina meriterebbe certamente maggior risalto. L’autrice tende a una pericolosa altalena fra genio e sregolatezza, se vogliamo, alternando stralci “memorabili” a spezzoni che andrebbero forse rivisti (pochi), ponendo una maggior attenzione sui “punti di vista” dei personaggi, che soprattutto nelle scene d’azione tendono a confondersi. Ad ogni modo, nulla di così grave da inficiarne la godibilità.
Comunque è l’eccentricità, che solo in rare occasioni sconfina nella pesantezza del linguaggio, a permeare l’intera opera. Questa tuttavia costringe a dover imporre una maggior attenzione alla trama, per non rischiare di perdersi. 
La padronanza assoluta della lingua e l’originalità non fanno quindi difetto a Elisa. Il suo stile può non piacere, soprattutto a chi è in cerca del solito fantasy, dal linguaggio scolastico e dove tutto fila dritto dritto verso una conclusione scontata, ma il talento dell’autrice a mio avviso è inconfutabile. Forse andrebbe curato maggiormente il modo e i tempi di esposizione, insomma, alleggerita la trama, agevolato il lettore. Mano a mano verremo a scoprire di trovarci all’interno di una cospirazione, così ben ordita e nascosta, da non aver quasi lasciato il tempo al lettore di avvedersene. 
E’ questa a mio avviso la pecca maggiore del romanzo e che ne determina un rating di A, che sarebbe potuto essere più alto per la qualità in se della scrittura della Emiliani. 
Tengo quindi il rating volutamente basso, perché ritengo che l’autrice abbia ampi margini di miglioramento, non tanto nello stile che è (quasi) sempre, ad alti livelli, ma nell’agevolare la lettura, lavorando sulla trama, senza banalizzarla, si intende, ma alleggerendola, rendendola più fruibile al vasto pubblico.  

Questo primo volume lascia la vicenda in sospeso e quindi sono lieto di comunicarvi che l’autrice mi ha garantito di essere in procinto di pubblicare il seguito. Personalmente mi aspetto molto da questa seconda parte. Staremo a vedere!

2 commenti:

philomela997 ha detto...

Ciao!! Grazie mille di questa splendida recensione :D
Al momento il libro non è più disponibile su meetale perchè lo sto riaggiornando man mano (e concludendo, anche, se gli dei lo permettono!! :P) e trovo più comodo Wattpad. Si può comunque leggere gratuitamente a questo link: http://www.wattpad.com/story/937983-grifo-l%27eresia-clodovingia

hola hola!
elisa

Unexist ha detto...

Ho aggiornato il link per la lettura, grazie per la segnalazione!

Posta un commento