Subscribe:

mercoledì 19 settembre 2012

"Tales from Helleborya #1" di J. Thorn [Rating B-]

Titolo: Tales from Helleborya - Libro I - Corruzione Oscura

Autore: J. Thorn
Genere: Fantascienza
Pag: 361
Rating: B-
Link Acquisto (2,99€)




Non c’è niente da fare, nonostante tutto ci ricasco. Vi è mai capitato di comprare un libro perché vi piace la copertina, solo per poi scoprire solo dopo averlo letto che avreste fatto meglio a evitare l’acquisto? A me varie volte, eppure sembra proprio che io non riesca a imparare. “Tales from Helleborya” è un libro che non solo ha una bella copertina, ma (a mia parziale scusante) anche un bellissimo sito web (tutto disegnato dalla brava illustratrice Francesca Baerald) e un’intrigante presentazione. Qui finiscono i meriti dell’ebook (ma ne esiste anche una versione cartacea) e comincia la recensione.


L’autore usa lo pseudonimo di J.Thorn, nome di uno dei protagonisti del romanzo, quasi a lasciar intendere che la storia sia vera. La trama è presto detta: un gruppo di ragazzi deve affrontare un viaggio al posto dei genitori (un gruppo di avventurieri scomparsi) per salvare il mondo di Helleborya dalla Corruzione Oscura che sta dilagando e contagiando tutti gli esseri che hanno a che fare con la magia.
Il problema principale del romanzo - che pure è scritto con una prosa abbastanza gradevole, anche se con ogni evidenza non editata con cura - è che non sembra una costruzione letteraria, ma poco più che un’avventura di Dungeons & Dragons, dove i mostri brutti e cattivi vengono posti di fronte al gruppo di eroi solo per rendere più difficile il raggiungimento dell'inevitabile scopo finale. I personaggi sono caratterizzati, ma poco credibili e il tutto sembra essere un prodotto destinato al pubblico preadolescenziale, con qualche tentativo di richiamare Harry Potter (specie all’inizio, con la scuola di magia e nei nomi degli incantesimi). Peccato però che proprio il personaggio della Rowling abbia immensamente innalzato lo standard della letteratura per quella fascia d’età, rendendo impietoso qualsiasi paragone con Helleborya. Se poi ci si aggiunge un tentativo di mescolare la fantascienza al fantasy, con un’astronave che orbita attorno Helleborya con scopi che non sono facilmente comprensibili e che la struttura stessa del romanzo non rende affatto interessante approfondire, l’idea è completa.

È un vero peccato che un prodotto del genere, così curato nella presentazione (quello che nel marketing verrebbe chiamato "packaging"), si riveli così privo di contenuti interessanti, tanto che io ho dovuto veramente forzarmi a finire la lettura. A peggiorare le cose il prezzo di 3€, veramente fuori mercato per un ebook autoprodotto, specie se paragonato con il l’ottimo livello medio qualitativo e i bassi prezzi di copertina del mercato italiano degli autopubblicati. Totalmente insufficiente.

0 commenti:

Posta un commento