Subscribe:

sabato 4 gennaio 2014

"La Fiamma Eterna" di Francesco Bertolino [Rating 8]



Titolo: La Fiamma Eterna
Autore: Francesco Bertolino
Genere: Fantasy
Pagine: 462
Rating: 8/10
Link Acquisto 














Recensione col botto per inaugurare al meglio il nuovo anno!
Eccoci giunti al III° volume della Saga della Compagnia del Viandante. Precisiamo subito per tutti quelli che dessero per scontata la cosa, che non si tratta di una trilogia, bensì di una pentalogia o come diavolo si dice. Insomma avremo a nostra disposizione altri due tomi con cui baloccarci prima di scoprire come andrà a finire l’avventura iniziata con la "Cittàdegli Automi". 
Il Quarto, “L’Eredità di Ys” è già a disposizione su tutti gli Store, mentre posso annunciarvi che il Quinto e conclusivo volume, dal titolo “Le Sabbie Nere” è in fase di ultimazione.
Ma veniamo a “La Fiamma Eterna”.



Anche questo ebook si mantiene ad altissimi livelli. Vi rimando alla mai precedente recensione per i dettagli, limitandomi a dire che Bertolino è bravissimo a confermarsi, cosa non certo semplice per chi “fa tutto da sé” e non ha stuoli di editor a rattoppare inevitabili cali d'ispirazione nel corso della stesura di un malloppo così corposo.
Veniamo ai contenuti che sono quelli che maggiormente ci interessano, dando oramai per accertate le doti dell’autore. Anche in questo Berto lino non ci delude, svelando parte del disegno generale e chiarendoci fra l’altro l’origine dei Demoni.
Mentre nelle zone di confine fra i Regni la guerra inizia a far sentire i propri affondi, i nostri eroi proseguono nelle rispettive ricerche, portandoci in giro per il mondo ricreato e facendolo esplorare al lettore mano a mano.
Nuovi protagonisti si affiancano ai soggetti a noi già ben noti, calandosi senza scossoni nella vicenda generale ed arricchendola con personaggi ben riusciti, uno su tutti Gonzo, di nome e di fatto, ma impreziosito da capacità che il proseguo della Saga dovrà svelarci del tutto. Ma non solo lui, anzi, il barbaro Tulga, la piratessa Tasha e il suo spasimante Pryce che con i loro battibecchi forniscono nuovi spunti e tematiche.
La presenza delle creature semi divine, o comunque dotate di poteri straordinari, primo fra tutti l’Addestratore di Serpenti, si fa sempre più ingombrante per i mortali in loro balia. Il Bianco Viandante rientra finalmente in scena, anche se col contagocce, ingenerando sapientemente nel lettore aspettative enormi, le diverse fazioni di uomini si vanno schierando, marionette fra le mani spietate delle creature dalla comune origine ultraterrena. Insomma. il tutto fa presagire che nel prossimo volume se ne vedranno delle belle!

Un passo avanti nel complesso che permette al Bertolino di ottenere un 8 più che meritato. Ora il desiderio di apprendere come andrà a finire la vicenda si fa pressante perché gli indizi sparsi sono diversi e focalizzano tutta l’attenzione sui livelli “alti” del racconto e della trama e i dubbi irrisolti sono diversi. 
Ancora complimenti all'autore quindi che ottiene il nostro personale Marchio di Qualità! 

0 commenti:

Posta un commento