Subscribe:

domenica 6 agosto 2017

La vendetta nel vento di Roberto Ciardiello [Rating 7]

Esordio come recensore del nostro nuovo membro dello staff, Emanuele che ci presenta:

Link Acquisto Amazon


Titolo: 
  La Vendetta nel Vento


Autore: Roberto Ciardiello

Genere: Horror

Prezzo: Euro 1,90

Rating: 7

Sinossi: Fabiana ha quattordici anni e un vuoto di memoria.
In una tranquilla mattina di maggio si ritrova in mezzo a un prato, circondata dalla solitudine, un manto di nebbia a offuscarle la mente. Dovrebbe essere a scuola a conquistare gli ultimi ottimi voti prima delle vacanze estive, eppure è da tutt'altra parte, senza sapere come sia arrivata lì, cosa sia successo la notte appena passata. Si è incamminata verso casa dopo aver festeggiato il compleanno dell'amica Cristina; il resto è stato inghiottito da un buco nero.

Quando i ricordi le piombano addosso, il peso di un'orrenda verità la schiaccia. Le torna in mente nonna Maria, le sue parole, perché tra l'erba ha visto un soffione curvarsi sotto il vento in arrivo dal mare, oltre lo strapiombo.
"Esprimi un desiderio, piccola, e soffia forte forte..."
E allora Fabiana lo fa. Soffia e aspetta.
Perché anche gli animi più docili possono covare rancore.
E desiderio di vendetta.

Recensione: 
Come prima recensione per i lettori di “scrittorindipendenti” devo ammettere di non essermi trovato di fronte ad un lavoro facile, nel bene o nel male.

La capacità di scrittura dell'autore è innegabile, il ritmo è moderatamente serrato e i personaggi caratterizzati, in particolare quello di Fabiana che subisce una grande evoluzione a causa degli eventi che la colpiscono, facendola passare da bambina innocente a... non facciamo spoiler. 
Il romanzo in sé è molto breve ma riesce comunque a delineare un quadro credibile e ben strutturato, senza perdersi via eccessivamente e mantenendosi coerente nella narrazione, è un horror molto psicologico che fa del suo cavallo di battaglia le sensazioni dei protagonisti prima e dopo gli eventi centrali della narrazione.
La storia non è particolarmente complicata o innovativa ma l'ho trovata sensata e interessate, mi ha anche messo la dovuta angoscia in un paio di punti. La scrittura nei momenti giusti è macabra, violenta e molto psicologica ma senza esserlo gratuitamente o per il puro gusto di impressionare il lettore perché ci si sente di farlo.
Se dovessi elencare delle pecche, a mio avviso a volte lo scendere troppo in un particolare superficiale (come il ripetere più volte modello e marca di una vettura o la sigla di una società), tende a spezzare il ritmo della lettura e questo è ancora più sentito in un romanzo la cui brevità è grandissima. Questa brevità è ancora più forte se si pensa che gli eventi narrati sono fondamentalmente X e la conseguenza di X. Personalmente avrei preferito conoscere meglio i retroscena dei personaggi piuttosto che quanto elencato, ma immagino siano scelte di stile.
In definitiva “la vendetta nel vento” è un buon romanzo breve horror, concentrato più che altro su aspetti psicologici, con un'ambientazione italiana e uno stile narrativo molto particolare. È consigliato sicuramente agli amanti del genere e a chi si vuole lasciar tentare da qualcosa di insolito.

Voto 7

0 commenti:

Posta un commento