Subscribe:

venerdì 2 febbraio 2018

Recensione: Heroic Fantasy Italia Tales 2017



Titolo: Heroic Fantasy Italia Tales 2017

Autore: AA.VV.

Genere: Fantasy

Prezzo: Gratis

Rating: 8

Recensione:  Oggi recensisco un’antologia offertaci gratuitamente dal (bel) sito Heroic Fantasy Italia.
Dieci racconti, alcuni brevissimi, nessuno dei quali delude. La prima cosa che posso confermare è che in circolazione ci sono un sacco di buone penne. Lascia veramente perplessi la mediocrità di quelli che sono alcuni fantasy che ci propinano le grandi case editrici, soprattutto inconcepibili risultano le scelte adottate nel far emergere alcuni autori italiani rispetto a molte belle opere autoprodotte che mi sono trovato per le mani in questi anni. 


Ad ogni modo non è questo il contesto per questa tipologia di filippiche. Dedichiamoci quindi all’antologia targata HFI. 

L’antologia inizia con il racconto “IL RITORNO DELL’ALCHIMISTA” di Fabio Andruccioli, che ne costituisce l’ideale incipit. Ben scritto e capace di creare un’atmosfera cupa e affascinante e che mi auguro possa costituire il seme dal quale far scaturire una storia più lunga e articolata. Bello.

Segue “L’IDOLO DAGLI OCCHI DI TOPAZIO” di Laura Silvestri, a sua volta ben fatto e capace, seppur nella sua brevità, di creare suspens e curiosità per le sorti del “tombarolo” protagonista della vicenda.

Il terzo racconto, “LA CARTA PIU’ ALTA” di Jack Sensolini, è uno fra quelli che ho preferito. Bello l’intreccio e la caratterizzazione dei personaggi. L’ironia e l’originalità della storia mi hanno portato alla mente gli scritti del grande Joe Abercrombie. Con questo credo di aver detto tutto. 


Invece con “LA CITTA’ DELLA FAME PURPUREA” di Luca Mazza, ho avuto qualche problema. Non posso negare l’originalità e la ricercatezza della prosa, ma confesso che non mi sia garbato più di tanto, finendo con l’apparirmi come un mero esercizio di stile.

Bello e coinvolgente invece IL DESTINO DELLA SPOSA” di Lorenzo Davia, capace di ricreare un’ambientazione particolare, ricca e ben riuscita. Prosa forse un po’ acerba, ma racconto nel complesso molto gradevole.

IL SEGNO DEL SERPENTE” di Riccardo Brunelli costituisce un’interessante incursione nel weird western, genere che io adoro. Qualche refuso da rivedere, per il resto racconto godibile e coinvolgente.

GRIDA NELLA NOTTE” di Fabio Andruccioli, è un racconto assai breve, che ammetto non mi abbia colpito più di tanto. D'altra parte si parla veramente di un mini racconto di un paio di pagine.

Giungiamo così ad un altro racconto che mi ha conquistato: “LE CRONACHE DELLA LANCIA NERA (Parte I) – Anime ghermite” di Giuseppe Recchia. L’autore ci catapulta nel mezzo della mitologia ellenica e nello specifico nelle tetre lande dell’Ade, al cospetto del Traghettatore di Anime Caronte, figura che mi affascina da sempre. Racconto ben scritto e ben congegnato, basato sul desiderio di vendetta capace di trascendere persino la morte.


Come poteva mancare in un’antologia dedicata al fantastico un richiamo a Re Artù e al suo intramontabile mito? “RITORNO AD AVALON” di Monica Serra ci offre una piacevole rivisitazione delle sorti di Morgana e Merlino. Niente male davvero!

L’antologia si conclude con il raccontoLO SPECCHIO DI DAMA ALBIANA” di Laura Silvestri, che pure mi ha colpito per originalità e spregiudicatezza. Non sarebbe male ritrovare le protagoniste all’interno di un romanzo loro dedicato.

Insomma, che posso aggiungere? Da leggere assolutamente, anche perché l’antologia, lo ricordo, è offerta in download gratuito quied ogni racconto è corredato da una bella illustrazione dedicata, ad opera di GinoCarosini. 
Iniziativa pregevole del sito Heroic Fantasy Italia, cui vanno i miei personali complimenti. 
Rating 8

0 commenti:

Posta un commento