Subscribe:

martedì 11 luglio 2017

Disfida nr. 41: Benvenuti a Lexington: A Better Human Being di JPK Dike


Link Acquisto Amazon


Titolo opera: Benvenuti a Lexington

Autore: JPK Dike

Formato: ebook, Cartaceo e Kindle Unlimited

Genere: avventura Post-Apocalisse

Prezzo: 1 Euro digitale, 7 cartaceo (quando l'autore aggiornerà la versione aggiungendo illustrazioni il prezzo aumenterà a 8 euro)



Sinossi: Le società umane si sono dissolte. Nel corso degli anni la natura ha reclamato il possesso di ogni landa disabitata e gli esseri umani vivono in società eterogenee, stipati entro i confini delle vecchie città, trasformate in città-stato e spesso in guerra tra loro. 

Il protagonista vive a Lexington, piccola città disabitata della Virginia, situata ai piedi degli Apalachi. Il posto è isolato e raramente visitato da anima viva. La sua posizione a ridosso di due grandi interstatali la pone in piena zona rossa. Sono infatti le interstatali del vecchio stato federale le strade usate dagli invasati. Esseri selvaggi e crudeli che hanno dimenticato la loro natura umana.
L'arrivo in città di una ragazzina sperduta lo costringerà ad abbandonare la sua vita isolata e sicura, portandolo a rischiare tutto per il bene di un'altra persona.



Note/commenti/finalità dell'Autore: Questa non è un storia epica. Non c'è male e non c'è bene. Se la perfezione è ciò che cercate "Benvenuti a Lexington" non fa per voi. Su certe cose sono stati scritti molti e migliori libri. Comprarlo vorrebbe dire buttare via i vostri soldi. I miei personaggi vivono la loro vita senza grandi aspettative. Cercano di restare in vita giorno dopo giorno, andando a dormire con lo stomaco pieno quando va bene, e accontentandosi di sopravvivere il restante delle volte. La realtà è una costante dell'esistenza. Cambiarla non è una possibilità. 

Tutto ciò che resta da fare è adattarsi, cercare sprazzi di quotidianità. Trarre tranquillità da ciò che è familiare, e felicità da una vita ordinaria. Dimenticandosi solo per un attimo di coloro che vorrebbero mangiarti perché divertente.



BIG da sfidare: non ho nessun libro di riferimento. Forse solo The Hunger Games per lo stile narrativo in prima persona. 











La storia invece è nata basandosi su due prodotti non letterari: 





Fallout 3 










The Last Of Us

0 commenti:

Posta un commento