Subscribe:

domenica 16 ottobre 2022

Recensione: I principi del mare di Andrea Gualchierotti [Rating 8] - recensione a cura di Andrea Zanotti

 


Link Acquisto Amazon

Titolo: I principi del mare



Genere: fantasy, Sword&Sorcery, storia alternativa

Prezzo: Euro 15

Rating: 8


Sinossi:

Dopo lunghi anni di assenza, Ulisse è tornato. Bramoso di riprendersi il potere, il re di Itaca si vendica sui pretendenti che hanno invaso la sua casa e insidiato la fedele Penelope.
Molti guerrieri vengono uccisi, compreso il fratello di Alkas, principe del regno di Dulichia. Ora Ulisse lo sta cercando per eliminare anche lui. Il re suo padre lo convince ad allontanarsi dall’isola. Inizia così per Alkas un’avventurosa, personale Odissea…


Recensione:

È sempre un piacere scoprire l’uscita di un nuovo romanzo degli autori che oramai sono di casa qui sul blog. Autori che abbiamo imparato ad apprezzare nel corso di tutti questi anni e che in un certo senso abbiamo visto crescere e sbocciare a maturità. 

Un esempio è Andrea Gualchierotti, che con il suo “I Principi del Mare” edito da Edizioni Il Ciliegio non delude, presentandoci anzi un romanzo ricco di atmosfere evocative capaci di far rivivere l’epopea delle narrazioni omeriche. 

La passione di questo scrittore per gli anni nei quali Deità e Forze Ancestrali camminavano fianco a fianco degli uomini è nota a chi ci segue e anche in questo caso traspare alla perfezione in ogni pagina del suo scritto. Gualchierotti allestisce un viaggio dell’eroe epico e avvincente, credibile e coinvolgente, senza mai farsi prendere la mano da eventi estremi capaci di infrangere il patto col lettore e con la sospensione dell’incredulità. Gran bel lavoro, anche perché le emozioni e i colpi di scena non mancano di certo.

Accompagnare Alkas, figlio cadetto del re di Dulichia, nella sua fuga dall’ira vendicativa di Ulisse è un piacere. Scoprire nuovi e inaspettati rivali ancor più. Gestione di Titani e Dee è sempre calzante, con interventi misurati al fine di non stravolgere eccessivamente il complesso narrativo, ma tali da far percepire la loro costante, e pericolosa, presenza. Ben studiato e meglio ancora realizzato.

Lo stile è quello al quale ci ha abituato. Una prosa ricca, corposa, non propriamente adatta agli amanti dello scriver semplice e lineare, ma di sicuro impatto e perfetta per ricreare l’atmosfera aulica dell’Età dei Signori dell’Olimpo.  

Il ritmo è buono e le vicende che coinvolgono il protagonista sono varie, ma tutte perfettamente a tema, dai mostri marini ai tradimenti, dai drammi familiari ai rituali imbanditi da spietate sacerdotesse dedite a culti antichi e pericolosi che vanno dalla Signora dell’Oscurità Ecate a quelli ancor più folli, riservati a forze mostruose e ingovernabili come Tifone.

Le ultime parole le voglio spendere sono per la versione dell’ebook in mio possesso, opera di Il Ciliegio. Lavoro ben fatto, pochissimi refusi, editing al top.

Insomma, c’è proprio da divertirsi e da lasciarsi conquistare dalla narrazione. Un romanzo che mi sento di consigliare a tutti e che intendo premiare con il bottino pieno, voto 8.


Andrea Zanotti

0 commenti:

Posta un commento