Subscribe:

domenica 23 maggio 2021

Recensione: Anomalia di Nicola Marco Camedda [Rating 7] - recensione a cura di Peg Fly

 

Link Acquisto Amazon

Opera: Anomalia

Saga: Star Cluster Zero Saga (Vol. 1)

Autore: Nicola Marco Camedda

Editore: Multiplayer Edizioni

Genere: fantascienza

Target: Young/adult

Rating: 7

Prezzo: ebook Euro 3,19 - cartaceo 15,30

Sinossi:

Nell’Ammasso Stellare Zero, la civiltà prospera grazie ai sorprendenti progressi raggiunti dalla ricerca scientifica. Il sistema predittivo di Bionneq è il suo più riuscito traguardo ma qualcosa sta per cambiare… un’Anomalia, un elemento che sfugge agli algoritmi predittivi e che rischia di condurre la civiltà sull’orlo dell’ennesimo e stavolta definitivo Annientamento. 

Questo almeno è quello che sostengono le alte cariche governative. Ma chi si cela davvero dietro l’enigmatico Edward, potente consigliere che sembra orchestrare l’intero corso degli eventi? Qual è il reale scopo della task force antiterroristica da lui istituita? 

Un portentoso scenario futuristico in cui il peso del passato determina il presente, costringendo tutti i personaggi coinvolti a trovare il coraggio di rompere lo specchio delle apparenze per la ricerca della verità.


Trama:

Un brillante studente della Facoltà di Biomechatronica. Una misteriosa ribelle hackerpunk. Una giovane e intrepida donna che diventa capitano degli Assaltatori. Il più grande scienziato ed esperto in IA e robotica. Un uomo politico di successo e il suo potente consigliere. Le loro vite non saranno più le stesse quando un'anomalia nei sistemi predittivi della rete di supercomputer integrata nei pianeti dell'Ammasso Stellare Zero recherà con sé un'oscura minaccia.

Tesla Johnson è un brillante studente di indole pacifica che vive un rapporto di amore e odio verso la propria cultura di origine. Di punto in bianco si trova perseguitato per ragioni a lui oscure. Shanya Elistarth possiede un’intelligenza fuori dalla norma, ciò la rende un’affascinante quanto pericolosa ribelle. Ma le sue capacità di apprendimento potenziato non sono il frutto di una libera scelta. Si innamora di Tesla, tra loro nasce una storia sentimentale, tuttavia saranno costretti a separarsi pur di mettersi in salvo. Daigo Van Alesskher è un affermato uomo politico dotato di una propria etica. Sa quando è il momento di sporcarsi le mani in nome di un bene superiore. Ma stavolta si è fatto coinvolgere in qualcosa di più grande di lui. Lidya Taallher è una giovane donna capitano degli Assaltatori. Il suo carattere di guerriera nasconde cicatrici provenienti da un terribile passato. La divisa è la sua ancora di salvezza, la Flotta è la sua casa. Ma il tempo delle certezze sta per terminare. Il dottor Arkenhost è un geniale uomo di scienza a capo del progetto Bionneq (Bio Neural Network Quantum). La sua vita viene sconvolta dalla stessa spirale di eventi che ha condizionato quella degli altri personaggi. Caparbio e testardo cercherà di scoprire cosa sta realmente accadendo. È deciso ad andare fino in fondo. Edward è il potente consigliere governativo, nonché ideatore e capo indiscusso della task force clandestina. Nessuno conosce la sua reale identità. Ha deciso di scendere in campo per lottare in nome della sopravvivenza della civiltà. Con ogni mezzo necessario. Questi personaggi vivono e lottano nell’Ammasso Stellare Zero (Star.cluster_0).


Recensione:

Premessa. Per chi ancora non fosse informato, Multiplayer Edizioni è una realtà editoriale specializzata in narrativa videoludica. Ovvero, pubblica testi legati a universi narrativi tratti da videogames e saghe cinematografiche.

Addentrandomi nell’universo narrativo in cui è ambientato Anomalia, mi sono resa conto che la sua primaria caratteristica è la forte contrapposizione tra bene e male, tra chiaro e scuro.

Scrivere di un mondo fantascientifico non è impresa delle più facili. Narrare di essere umani proiettati nel futuro distopico guidato da intelligenze artificiali predittive, (in grado di consentire anticipazioni e previsioni) mentre l’altra vive, o per essere più precisi, sopravvive al di sotto dell’illegalità, il cui obiettivo è quello di essere liberi ma che nessun governo ha intenzione di accordare, è il passaggio clou dell’intero intreccio. A questo, si aggiunge una realtà temporale alternativa e parallela all’altra, dove si battono eroi del futuro; gladiatori i quali cercano una via di uscita per ottenere ciò che bramano, com’è ovvio che sia e come ogni essere umano desidera, perché nato libero.

Ho trovato il ritmo narrativo del testo rallentato, dovuto probabilmente al fatto che ci sono troppi inserimenti descrittivi.

Tuttavia devo ammettere, che anche se la location dove si svolgono le azioni dei personaggi non sia delle più originali, l’intreccio coinvolge e appassiona il lettore.

I pov dei personaggi, poi, a tratti sono magistralmente approfonditi, altri meno. 

La descrizione fisica di alcuni dei personaggi è un po’ troppo standardizzata e gli avvenimenti in alcuni passaggi non proseguono in maniera lineare.

I dialoghi credo che siano il punto forte del romanzo; ben strutturati, il cui registro è più che azzeccato. 

Per il resto, devo ammettere che l’autore ha scritto una storia fantascientifica ben delineata, per capirci: alla “Ray Bradbury”, - senza esagerare -.

Questo romanzo non sarà forse uno tra i migliori, o forse uno dei più importanti, ma di certo è stato scritto da un autore competente sul genere.

Come scriveva Shakespeare in questi due famosi versi dall’Amleto (1.5.167-8):

“Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quanto ne sogni la tua filosofia”, e il nostro Shakespeare di certo di fantascienza sicuramente non è che ne sapesse molto. Ma diciamocela tutta, evidentemente chi legge di fantascienza conosce il significato della narrativa d’anticipazione.

Di narrativa dove i viaggi spazio/temporali sono all’ordine del giorno, che nelle storie di fantascienza c’è un mondo prestabilito nel quale far viaggiare la fantasia; e su questo non si discute. Dunque, ben vengano storie come questa di Marco Camedda.

Consigliato agli amanti del genere e non.

Voto: sette

Alla prossima! 

Peg Fly


0 commenti:

Posta un commento