Subscribe:

martedì 19 febbraio 2019

Disfida nr. 92: Shadolove di Matteo Pratticò VS Stephenie Meyer (Saga Twilight)




Titolo opera: Shadolove


Formato: ebook e cartaceo

Genere: Horror / Urban Fantasy

Prezzo: 12 € (cartaceo), 7.99 € (ebook)

Nota Biografica:
Matteo Pratticò, nato a Polistena (RC) nel 1987, da molti anni vive a Roma, dove si è laureato nel 2012 presso l’università di Roma Tre in Scienze della Comunicazione. Dal 2013 pubblica racconti brevi a tema horror e fantasy su varie antologie e Shadolove è il suo romanzo d’esordio.

Sinossi: Lily, una vampira dal carattere cupo e sanguinario ma dall’indole eroica, vaga da sessant’anni sulla terra, sospesa tra la malavita organizzata di Tokyo, Praga e Los Angeles. Ben presto si renderà conto che il mondo è pieno di mostri ben peggiori di lei: gli esseri umani. 
stephanie meyer
Link Acquisto Amazon
Durante i suoi sessant’anni di eterna giovinezza, che sente più come una condanna che come un privilegio, Lily metterà a nudo la sua vera natura: non quella di vampiro assetato di sangue, sensibile all’aglio e ai paletti – come pensa il celebre scrittore della saga Shadolove – ma quella di eroina giustiziera, che cerca di arginare il lato oscuro degli uomini, salvando gli innocenti, come Nikolai, da un destino di violenze e abusi.

Note/commenti/finalità dell'Autore: Shadolove nasce quasi per caso, da una duplice ispirazione. La prima è stata l’ennesimo femminicidio di cui ho sentito parlare alla tv durante l’8 marzo di due anni fa. La seconda è stata la vampiro mania degli anni passati, venuta alla ribalta grazie ad opere quali Twilight e Vampire Diaries… opere che hanno stravolto la figura classica del vampiro, eliminando quasi del tutto l’idea che essere vampiri sia una condanna. Queste due ispirazioni mi hanno spinto a creare quindi Lily, una vampira che difende le donne vittime di violenza incontrate sul suo cammino, e che non ama affatto la sua condizione di creatura immortale. Per come la vedo io, infatti, è meglio una vita breve ma ricca di possibilità, piuttosto che un’eternità priva di senso.
Se da un lato Shadolove ironizza sull’immagine del vampiro "superfigo" e a prova di proiettile visto in svariate opere degli ultimi anni, dall’altro ricorda alla gente che creature del genere... mostri tipo Dracula, la mummia o l’uomo-lupo... sono gli unici mostri che dovremmo mai vedere. Perché il nostro mondo è già pieno di mostri, e si nascondono dentro di noi.

BIG da sfidare:

vampiri di stephanie meyer



Twilight Saga di Stephenie Meyer 







1 commenti:

Lovestory ha detto...

Io preferisco quello di Matteo Pratticó e un bellissimo libro, io non sono un'amante del horror però questo libro me piaciuto molto.

Posta un commento