Subscribe:

mercoledì 18 ottobre 2017

Approfondimento: Cosa fare quando il tuo editore è inadempiente?


E’ inutile negarlo, si tratta di un bel problema, che in molti si trovano a dover affrontare. Magari dopo lunga ricerca, dopo aver inviato tinnellate di manoscritti in giro per mezza Italia, dopo aver inseguito il sogno di diventare "scrittori veri", firmando un vero contratto di pubblicazione, ci si ritrova a veder mutare il nostro sogno in vero e proprio incubo.
Badate, non sto parlando di editoria a pagamento. Molte sono le battaglie intraprese contro questa genia di imprenditori, quindi non occorre neppure esprimere il nostro parere a riguardo, ma di quelli che si spacciano per case editrici serie, dimostrandosi a posteriori tutt'altro. Trovo queste realtà ancor più subdole. Perlomeno gli editori a pagamento hanno la faccia tosta di mostrare apertamente il loro "lato oscuro", ben peggiore invece trovo essere l'ipocrisia di chi sostiene di essere una casa editrice seria, salvo poi non svolgere alcuna attività che dovrebbe caratterizzare una tale realtà, limitandosi a sfruttare le eventuali iniziative dell'autore stesso.  Niente editing, nessuna promozione, nessuna distribuzione fisica, insomma, nulla di nulla. 
Oggi il nostro Emanuele Rizzardi, autore di "L'Ultimo Paleologo", ci racconta la sua esperienza diretta per svincolarsi dalle grinfie dell'ennesimo editore poco serio. Ecco il suo intervento, che siamo sicuri possa giovare a molti altri autori esordienti caduti nella trappola di qualche imprenditore che si diletta a speculare sulla passione ed i sogni di molti di noi. 
Buon ascolto!



0 commenti:

Posta un commento