Subscribe:

lunedì 15 settembre 2014

"Lacrime Rubino" di Francesco Andrea Massari [rating 7]



Titolo: Lacrime Rubino
Autore: Francesco Andrea Massari
Genere: Urban Fantasy
Link Acquisto epub







Oggi vi presentiamo il racconto lungo di Francesco Andrea Massari dal titolo “Lacrime di Rubino”, disponibile su tutti gli store al prezzo simbolico di Euro 0,99.
Si tratta di un racconto del fantastico che trae spunto dalla festa delPuck Fair che si svolge tutti gli anni in Irlanda nella cittadina di Killorglin. Una festa che getta il paese indietro nel tempo, in un clima surreale, dove la notte torna a dominare incontrastata, l’elettricità e i collegamenti con il resto del mondo banditi per l’intera durata dei bagordi. E’ in questo scenario che il protagonista (la narrazione è in prima persona) ci farà vivere l’avventura in cui si viene a trovare.
Nella sua ultima edizione, la festa è stata funestata dal suicidio della reginetta, trovata impiccata sull’albero rosso della collina di Morrigan, antica divinità celtica. Una morte che ha lasciato strascichi su tutta la popolazione, ma ancor più nella stretta cerchia di amici della defunta, che tanto bene la conoscevano e mai hanno creduto alla versione del suicidio.
La notizia comunque ha fatto il giro del mondo e come spesso accade, il gusto per il macabro della gente ha fatto sì che quest’anno la festa registri il pienone.
E’ all’interno di questo scenario che il protagonista dovrà dimostrare il proprio valore, mantenendo saldo il proprio equilibrio mentale e trovando il coraggio per credere a eventi ultraterreni e la forza per rimanere vicino alla fidanzata, Ksenia, eletta reginetta per questa edizione, e per questo posta in serio pericolo.
La vicenda prende quota e si dipana rapida e ricca d’azione. La prosa di Massari è gradevole e scorre senza problemi, mostrando grande cura per la scelta dei vocaboli atti a ricreare scene che in alcuni frangenti risultano decisamente visionarie e ben riuscite, concedendo al lettore attimi di pura evasione letteraria.
Le sorprese non terminano qui. Infatti si scoprirà che non è affatto casuale la scelta del Destino di coinvolgere il nostro Jessie in questa vicenda, ma naturalmente non posso andare oltre, non vorrei certo rovinarvi la sorpresa ^_^.
Fin qui gli aspetti positivi. Ora andiamo col lanternino a cercare qualcosa da segnalare come spunto, visto che l’autore si è conquistato il nostro “marchio di qualità”, dobbiamo esser ancor più rigorosi del solito.
A mio avviso Massari avrebbe potuto giocare maggiormente sulla superstizione degli abitanti di Killorglin, sfruttando l’immagine sapientemente ricreata dell’Albero Rosso che dall’alto della collina Morrigan terrorizza l’intera cittadina, ritardando lo scatenarsi vero e proprio delle forze “sovrannaturali”, aumentando ancor più la suspance nel lettore.
Ad ogni modo siamo innanzi ad un buon racconto, che evidenzia le indiscutibili doti dell’autore, capace peraltro di realizzare personalmente anche la cover del manoscritto.

Marchio di Qualità anche per lui e speriamo di leggere presto il romanzo fantasy che sta attualmente scrivendo.

0 commenti:

Posta un commento