Subscribe:

domenica 13 gennaio 2013

"La Regina Nulla" di Andrea Zanotti [Rating 7]




Titolo: La Regina Nulla [Mondo 1.2]
Autore: Andrea Zanotti
Genere: Fantasy
Pagine: 400
Rating: 7/10
Link acquisto (1,99€ ebook)







La Regina Nulla” è il nuovo libro scritto da Andrea Zanotti ed è uscito qualche mese fa su tutti i principali store online. Essendo il secondo volume di una trilogia non si può iniziare la lettura da qui, consiglio di leggere prima il romanzo “Forze Ancestrali, offerto dall'autore in download gratuito.


Trama
Grazie al colpo di stato assestato dal Generale Marcos, l'immobilismo della Lega di Hoilos è giunto al punto di rottura. Nuove schiere si vanno formando con l'intento di soccorrere i popoli delle Terre del Vento, per proprio tornaconto personale. Nel mentre, CorvoRosso tenta di ottenere l'aiuto dell'imprevedibile Regina Nulla, pronto a sacrificarle se stesso, fratelli ed amici, per un bene superiore.
Da oriente, nuove forze vengono risvegliate dai pericolosi Ranovoi, decisi a dare una lezione ai barbari del deserto che hanno osato sfidarli, invadendo il loro Impero.
Le Forze Ancestrali che governano i Mondi sono infine schierate, su tutte però vigilano presenze ancora sconosciute, tenutesi in disparte fino ad ora. Dall'alto delle loro Torri saranno queste a forgiare il destino degli uomini a dispetto delle
macchinazioni degli antichi.

 
La marcia di Samael è inarrestabile. Uomini, foreste, città, eserciti, civiltà: nulla resiste al suo passaggio. Le fiamme bruciano tutto ciò che si oppone al cammino del figlio del Dio Asul.
Dopo la sconfitta nella battaglia di Celtigaard la situazione per i nostri eroi è disperata. L'antica città è assediata, mentre il gruppo dei sopravvissuti è inseguito dalle schiere dei fanatici del deserto.
Resta un'unica possibilità alle libere popolazioni del mondo per fermare la Fiamma purificatrice di Asul: la Regina Nulla. Un'antica divinità decaduta mentalmente, ma con poteri ancora forti. Raggiungerla è però un problema non indifferente e il gruppo capitanato da CorvoRosso affronta mille peripezie, non ultima la morte, per dare una speranza ai popoli liberi di liberarsi dal giogo divino.
I Ranovoi continuano a mietere vittime tra i seguaci di Asul e cercano nel frattempo un'alleanza difficile ed instabile con creature vili e traditrici.
Nella Lega di Hoilos invece è la politica che è stata stravolta. Il generale Marcos ha dichiarato la legge marziale, estromettendo il Senato dal potere esecutivo. Non tutti approvano questa decisione, quindi i complotti sono all'ordine del giorno.

E' in questo caos che si svolge la vicenda de “La Regina Nulla”. Le popolazioni vengono soggiogate una dopo l'altra dall'avanzare di Samael, figlio divino di Asul. Le difese sono disperate e gli aiuti minimi. Lealtà e tradimento andranno di pari passo, in un mondo che fa emergere il meglio e il peggio dell'animo umano.
La trama è classica, bene contro male, ma ci sono alcune interessanti divergenze dal fantasy tolkeniano. Innanzitutto il pantheon di divinità è ispirato al modello greco, non a quello vichingo. Abbiamo diversi Mondi collegati fra di loro. InfinitiMondi in effetti. La popolazione Ranovoi si potrebbe considerare il nemico classico in ogni fantasy che si rispetti, qui invece ha un ruolo chiave nell'annientare i cattivi, con metodi violenti e crudeli, ma in tempo di guerra non si può guardare al proverbiale pelo nell' uovo.
Pur essendoci diverse vicende che si incrociano, lo scrittore riesce a gestirle tutte con maestria e farle convergere in un finale appassionante e degno delle mitologiche forze in campo.
Mi sarebbe piaciuto un maggiore coinvolgimento nelle vicende politiche della Lega di Hoilos, perchè sono estremamente interessanti, mentre invece abbiamo solo pochi capitoli dedicati a questa parte di Mondo. Nel terzo volume della serie, a giudicare dagli spunti presentati, dovrebbe ricoprire un ruolo più importante nella storia.
 
La caratterizzazione dei personaggi è molto varia. Alcuni sono ottimi e si distanziano dagli archetipi del genere, basti pensare al Granchio, mentre altri sono troppo stereotipati. Un esempio su tutti è CorvoRosso che rappresenta il classico leader buono carismatico come potrebbe essere un Aragorn, tanto per intenderci. Purtroppo non riesce a staccarsi dagli importanti nomi da cui prende ispirazione, con conseguente calo qualitativo delle parti a lui dedicate.

Il world building è buono. Non esageratamente originale, ma qualche guizzo di brillantezza c'è. Su tutti svettano i prescelti Ranovoi dotati di spade “strappasangue”, la Lega di Hoilos e la stirpe della Regina Nulla, composta da umanoidi con seri problemi mentali e fisici, oltre che detentori di una forza smisurata. 
Abbiamo solo pochi riferimenti alle vicende passate, quindi non posso esprimermi su questo importante nodo del background. Da quel che ci è stato presentato mi sembra molto intrigante, speriamo che l'autore decida di approfondirlo nei prossimi libri.
 
Andrea Zanotti dimostra di avere molta fantasia e di possedere un bagaglio culturale non indifferente. La prova è che le 400 pagine di questo romanzo scorrono veloci senza annoiare, con alcuni passaggi molto ben riusciti. Se proprio una cosa deve essere migliorata è la forma della scrittura, deve applicare meglio il concetto di “show, don't tell", così facendo potrebbe avvicinare ulteriormente i lettori ai personaggi che sarebbero meglio caratterizzati e più vivi, con un cospicuo guadagno per tutta l'opera. La qualità della scrittura e la fantasia ci sono, adesso deve solo fare quel passo in più per raggiungere un nuovo livello di bravura.

Non posso esimirmi dal fare i complimenti al gruppo Diramazioni per la bellissima copertina che ha sfornato. Questi artisti sono fra i migliori nel panorama italiano per le cover dei libri e lo dimostrano ancora una volta.

La Regina Nulla” è un buon libro, con una trama multi-strato e molti personaggi coinvolti. La magia è spesso fondamentale e i morti si contano a dozzine. Sono curioso di vedere come si svilupperà la storia nel prossimo libro, perchè in questo ci sono stati alcuni avvenimenti che urgono una soluzione definitiva. Aspettiamoci qualche sorpresa nel sequel.

0 commenti:

Posta un commento