Subscribe:

mercoledì 31 ottobre 2012

Ernest Cline - Ready Player One



 
Titolo: Ready Player One 
Autore: Ernest Cline
Genere: fantascienza e fantasy
Pagine: 384
Editore: Arrow
Rating: AA+
Link Acquisto (5,59£ cartaceo)





Ready Player One non è un libro perfetto.
I personaggi non sono indimenticabili, anche se avere come protagonista un adolescente sovrappeso e brufoloso non si vede tutti i giorni. La trama si puo' intuire già dalle prime 100 pagine (finale compreso): se avete una conoscenza basilare dei romanzi fantasy riuscirete a prevedere con successo quasi tutti i colpi di scena. Il background del mondo, quello vero, è appena accennato: c'è la crisi, fame, povertà, sovrappopolazione e cose del genere. Tutta roba già vista e rivista in decine di romanzi. Come se non bastasse, il cattivo di turno è la mega-corporazione straricca che vuole ottenere il controllo sul mondo.
La ciliegina sulla torta è la scarsa presenza, nella scrittura, del "show, don't tell", caposaldo dei puntigliosi amanti dei Manuali di Scrittura.
Tutti questi punti negativi vi faranno venire in mente un solo pensiero: "Un libro da evitare". Sbagliato. RPO è uno dei romanzi più belli che abbia mai letto.
                                                       
Trama
Il mondo è un brutto posto. Wade ha diciotto anni e trascorre le sue giornate in un universo virtuale chiamato OASIS, dove si fa amicizia, ci si innamora, si fa ciò che ormai è impossibile fare nel mondo reale, oppresso da guerre e carestie. Ma un giorno James Halliday, geniale creatore di OASIS, muore senza eredi. L'unico modo per salvare OASIS da una spietata multinazionale è metterlo in palio tra i suoi abitanti: a ereditarlo sarà il vincitore della più incredibile gara mai immaginata. Wade risolve quasi per caso il primo enigma, diventando di colpo, insieme ad alcuni amici, l'unica speranza dell'umanità. Sarà solo la prima di tante prove: recitare a memoria le battute di Wargames, penetrare nella Tyrell Corporation di Blade Runner, giocare la partita perfetta a Pac-Man, sfidare giganteschi robot giapponesi e così via, in una rassegna di missioni di ogni tipo, ambientate nell'immaginario pop degli anni '80, a cui OASIS è ispirato.  


Dopo aver letto la trama, forse inizierete a capire perchè mi piace così tanto.
RPO non è un libro per tutti. Come ogni romanzo si rivolge ad un target preciso di lettori. In questo caso:
    - appassionati di videogiochi, specialmente i retrogamers.
    - appassionati di film degli anni '80, o comunque di quei film che ogni buon geek non puo' non aver visto (Ghostbuster, Blade Runner, Star Wars, Ritorno al Futuro etc etc).
    - appassionati di romanzi fantasy e fantascientifici.
    - appassionati di musica degli anni '80.
    - appassionati di Dungeon & Dragons.
    - appassionati di MMORPG.
    - appassionati di vecchi computer e console da gioco
    - appassionati di hardware vecchio stampo.
    - appassionati di vecchi anime dei robottoni.

Non bisogna avere una conoscenza approfondita di tutti questi settori dell'intrattenimento, basta sapere le basi. In ogni caso nel libro sono spiegati tutti i concetti da “geek”, quindi anche gli “estranei” potranno godersi questo piccolo gioellino. Se rientrate nel target a cui è indirizzito il libro lo troverete magnetico e fin troppo coinvolgente. Non un capolavoro, ma uno di quei libri che non riuscirete a smettere di leggere.

Nonostante tutti i difetti che ho elencato ad inizio recensione, c'è una cosa in cui questo libro è imbattibile: la passione con cui è scritto.
La mia sensazione è che Ernest Cline, prima ancora di volerci proporre un'avventura, abbia scritto questo libro per condividere i suoi interessi con altri appassionati.
Non fatevi fuorviare dall'ottimo successo di critica e di pubblico che il romanzo ha riscosso nei paesi anglofoni: non è uno di quei prodotti fatto da gente completamente estranea al target a cui si rivolge.
Ernest Cline sa. Lui è uno di noi.
La passione di Cline si sente per l'intero romanzo, parola dopo parola, ed è proprio questo a costituire il valore aggiunto per l'opera. Uno dei cardini per uno scrittore è quello di non lasciarsi coinvolgere emotivamente da quello che sta scrivendo. Mantenere un distacco “professionale”. Ancora una volta viene dimostrato il fatto che nella scrittura non esistono regole fisse e immutabili, ma solo consigli e suggerimenti che un aspirante scrittore puo' decidere di seguire o meno. Dico questo perchè RPO è il primo romanzo di Mr. Cline, quindi ha ancora ampi margini di miglioramento.

Cosa vi posso dire? Leggetelo e gustatelo se le vostre passioni sono tra quelle che ho elencato sopra. Evitatelo se non lo sono, ma sappiate che vi perderete tantissimo.


Nota sulla versione in italiano
Non posso dirvi il livello della traduzione, ma posso lodare la ISBNEdizioni per aver portato in Italia questo romanzo a tempo di record. Certo, ha il doppio delle pagine della versione english, quindi ci andrei cauto nel preferirlo alla versione originale. Lo trovate senza problemi su Amazon.it al prezzo di 6,29€ in versione ebook. Ora non avete più nessuna scusa per non leggerlo.



0 commenti:

Posta un commento